Pantaloni

Il più maschile degli indumenti fece il suo ingresso nella storia quando l’uomo addomesticò il cavallo ed ebbe bisogno di proteggere le gambe mentre cavalcava alla conquista del mondo.
Inizialmente rifiutati dai Romani, che consideravano le brache di Celti e Germani indumento da barbari, i pantaloni si diffusero poi in tutto l’impero grazie ai soldati che ne apprezzarono il calore e la comodità.
Dalle calzesolate del Medio Evo arriviamo alle preziose culottes dei nobili di Francia del diciottesimo secolo, e, per contrasto, ai pantaloni lunghi e ruvidi del popolo lavoratore, che diedero un nome e un’identità agli uomini della Rivoluzione Francese: i Sanculotti, i “senza culottes”.

L’ultima grande innovazione furono i pantaloni di linea diritta a tubo, modello dominante per tutto il XIX secolo, introdotto in Inghilterra da Lord Brummell ad emblema della società borghese.

Da circa settemila anni il pantalone parla dell’uomo che lo indossa; per questo hai scelto di volere un pantalone da uomo su misura: sfoglia la photogallery, comincia a raccontare la tua storia.

E ricorda:
La piega dei pantaloni è più dritta e più tagliente di una spada.
Mario Mariani, giornalista

chiudi